Rielingerhof

Storia antica, prodotti freschi 

Il Rielingerhof, sull'altopiano del Renon, viene menzionato negli atti per la prima volta nel 13simo secolo. Nel 1956 la famiglia Messner ha rilevato il maso, che era stato abbandonato per 16 anni. Oggi è un posto incantevole per passare le vacanze, e offre molto più del vino di produzione propria.

Dal 2011 l'agriturismo fa parte dei „Vignaioli dell'Alto Adige“. I bianchi Riesling, Müller Thurgau, Kerner, e i rossi Vernatsch e Zweigelt e un Passito si trovano nell'assortimento della famiglia Messner, dal 2015 certificato Bioland. Il lunedì l'oste accompagna gli ospiti in visite guidate a cui segue una degustazione!

Nel “Buschenschank“, che non ha la certificazione Bioland, vengono serviti, fino a esaurimento scorte, carne, patate, formaggi e succhi di frutta della produzione propria biologica. La razza ovina “Villnösser Brillenschaf“, la razza grigio alpina e i suini vengono allevati secondo i criteri Bioland, e anche la coltivazione di patate e frutta segue questi criteri. Gli ospiti possono gustare anche le uova fresche biologiche e le marmellate fatte in casa di susina, mora, ribes, lampone e mela cotogna, tutte di agricoltura biologica.

Contatti

Siffianer Leitach 7

39054 Collalbo, Renon

Tel. 0471 356274

info@rielinger.it

www.rielinger.it

orari d'apertura osteria (non certificata biologica): Settembre - Dicembre e Marzo - Giugno (LunedÍ chiuso), ore 10 - 18 (la sera solo con prenotazione)

Prodotti

vino e spumanti.

Tipologia

Visite guidate bio, Agriturismo bio, Azienda agricola bio.

Zona

Bolzano e dintorni. Dove siamo

I nostri compagni di viaggio

INFORMATIVA BREVE.

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di “terze parti”.
E’ possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l’utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa.
Proseguendo la navigazione verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina “gestione dei cookies”.